Che cos'e un fumetto?

2009-06-24

Wikipedia

Il fumetto e un linguaggio costituito da piu codici, tra i quali si distinguono principalmente quelli d'immagine (illustrazione: colore, prospettiva, montaggio...) e di temporalita (armonia, ritmo, narrazione...).

Will Eisner definisce il fumetto come arte sequenziale.

Poiche il fumetto e in larga parte utilizzato a fini narrativi, esso e spesso definito "letteratura disegnata"; in realta, il fumetto puo essere utilizzato anche a scopi non narrativi: ad esempio, per una ricetta di cucina, o per realizzare il libretto di istruzioni di un apparecchio. Un esempio concreto di uso non narrativo del fumetto e il volume Capire il Fumetto - L'arte invisibile, saggio scientifico sul fumetto realizzato interamente a fumetti da Scott McCloud.

Interessante e la definizione che da lo stesso McCloud: ?Immagini e altre figure giustapposte in una deliberata sequenza, con lo scopo di comunicare informazioni e/o produrre una reazione estetica nel lettore?[1]. In ogni caso, appartiene a pieno titolo alla categoria delle piu moderne arti visuali, in un'era che - privilegiando l'immagine sopra tutto - e in grado di accostare la visionarieta pop di Andy Warhol alla grazia e alla poesia dell'art deco e dell'art nouveau, per approdare al (relativamente) recente fenomeno del vintage.

In poche parole, il fumetto, nato per gli adulti (come si vedra piu avanti), diventato poi territorio per l'infanzia, e quindi tornato a essere patrimonio di una fascia non esclusivamente giovanile. Nonostante l'espandersi di altri mezzi di comunicazione di massa, accompagna ancor oggi - fino a dettarne in molti casi ritmi, tempi e modi (o quantomeno limitandosi a registrarne il divenire) - il vivere (ed il convivere) quotidiano.

Il termine "fumetto" si riferisce alle "nuvolette", simili a sbuffi di fumo, utilizzate per riportare il dialogo tra i personaggi (detti in inglese balloon). Per diverso tempo, soprattutto in Italia, furono utilizzate delle didascalie in calce a ciascuna vignetta, spesso costituite da due ottonari in rima baciata; solo successivamente vennero utilizzati i veri e propri "fumetti" (anche se ci sono utilizzi precedenti).

Negli USA e nei paesi anglofoni i fumetti sono indicati come comics, in Giappone vengono chiamati manga ("immagini in movimento"), in Francia sono chiamati bande dessinee ("strisce disegnate"). Curiosamente, nei paesi di lingua spagnola del Sud America, come ad esempio l'Argentina, viene usato maggiormente il termine historieta, mentre in Spagna il termine piu diffuso e tebeo (derivato dal nome del piu famoso giornale di fumetti pubblicato nella penisola iberica, il TBO).